REPORT GENNAIO 2018

print
Il mese invernale per antonomasia non ha, in questo 2018, tenuto fede al proprio ruolo. Il mese è risultato essere infatti molto caldo: con uno scarto dalla media climatica di +2,7°c. (+2,1 per le MAX e +3,4 per le MIN) si pone al secondo posto (dietro al gennaio 2007) tra i mesi di gennaio più caldi degli ultimi trent’anni. Sono state soprattutto la prima e la terza decade del mese ad andare molto fuori norma con scarti, rispettivamente, di +4°c. e +3,4°c., rispetto ai normali valori climatici. Il giorno 8, di gran lunga il giorno più caldo del mese, si sono registrati in collina addirittura valori record con temperature MAX intorno ai +16°c. e MIN intorno a +13°c. a circa 400mt di quota. Quasi in linea invece, e solo di poco superiore alle medie di riferimento, la seconda decade. Poche le gelate a fondovalle, più diffuse limitatamente ai soli giorni 2, 3, 15, 18, e 24. Il giorno mediamente più freddo del mese è risultato essere il 14.

Dal punto di vista pluviometrico il mese ha visto un susseguirsi di deboli afflussi umidi sulla nostra regione, che hanno interessato solo parzialmente la nostra zona, con precipitazioni assai frequenti (ben 10 i gg di pioggia, a fronte degli 8 normalmente attesi per questo mese) ma dai cumulati poco abbondanti. Nel complesso le precipitazioni sono risultate essere in media o poco sotto per il Chianti fiorentino e più decisamente sotto media per il Chianti senese. Il totale mensile registrato alla nostra stazione OPC è di 55mm, di poco inferiore alla media climatica attesa (-5%). Il giorno più piovoso del mese è stato il giorno 16 con cumulati medi nell’ordine dei 15mm per le nostre zone.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi