REPORT MAGGIO 2017

Mese di maggio caratterizzato da prima decade fresca (quasi due gradi sotto la media di riferimento) e instabile con quasi tutte le precipitazioni del mese concentrate in questa fase. Restante parte del mese più stabile e secca, caratterizzata da condizioni anticicloniche foriere di un crescendo termico culminato nella terza decade del mese, che ha chiuso di ben 3 gradi più calda della norma. Il mese nel suo complesso chiude quindi di quasi un grado (+0,9°C.) più caldo rispetto al suo valore climatico normale. I giorni mediamente più caldi sono stati il 28 e il 29 con valori MAX diurni che hanno sfiorato i +30°C. anche in collina e valori MIN attestati intorno ai +18°C. I giorni più freschi sono da ricercarsi invece tutti nella prima decade e segnatamente sono stati i giorni 1, 2 e 7 con MIN ad una cifra (ma a fondovalle registrate temperature anche intorno ai +2/+4°C.!!) e MAX intorno a +16°C. in collina.

Purtroppo anche a maggio è continuato il trend della scarsità di precipitazioni. Dopo una prima decade promettente infatti il mese ha virato deciso verso il secco, tanto da chiudere con poco più di 30mm totali che certificano un deficit per questo mese intorno al 50%. Il giorno più piovoso è stato il giorno 4 (tra 10-15mm nel Chianti fiorentino, meno in quello senese) per un totale di 6 giorni di pioggia registrati nel mese, a fronte degli 8 attesi normalmente per maggio.

Da notare come, negli ultimi 6 mesi, solo il mese di febbraio ha registrato precipitazioni superiori alla norma (+45%) mentre i restanti 5 hanno tutti chiuso con marcati deficit pluviometrici, anche importanti (dicembre e aprile su tutti).